Mission
La mia esperienza professionale è sin dall’inizio alla ricerca di sinergie con professionalità complementari alla mia, allo scopo di fornire un supporto integrato e completo, quindi più efficace,in tutte le realtà nelle quali ho lavorato. il mio bagaglio formativo stimola ad accettare sfide nel campo socio – educativo , cercando di creare una relazione empatica con l’ altro, valorizzando gli aspetti positivi di ciascuno e di aiutare il soggetto e la sua famiglia a superare ostacoli e criticità.

 

Prediligo lavorare in equipe, perché credo molto nel lavoro di Rete, inteso come la possibilità di prendersi cura della persona nella sua totalità. Ho potuto sperimentare posti di lavoro dove mi si richiedeva di coordinare il lavoro di altre persone, facendomi così sperimentare la responsabilità organizzativa e progettuale; questo mi ha gratificato molto e mi ha portato a cercare di essere sempre responsabile in ciò che mi si chiede di fare.

 

L’approccio a cui mi ispiro è quello sistemico – relazionale, che considera la famiglia come un sistema,ossia un’entità che possiede caratteristiche ,regole e norme proprie; ma questo sistema non è chiuso in se stesso, ma aperto al contesto socio – culturale. Ogni membro del sistema esercita effetti ed influenze sugli altri, con ripercussioni al tempo stesso sul sistema intero della famiglia. Secondo quest’ottica sistemico – relazionale il pedagogista non si focalizza solo sui processi familiari disfunzionali, ma sul promuovere le risorse e le potenzialità della famiglia.

 

L’intervento pedagogico è di stimolare il processo di cambiamento iniziando a lavorare insieme ai genitori, valorizzando il loro agire, in modo particolare l’importanza del prendersi cura di loro figli. L’obiettivo è quindi quello di favorire il benessere finale dell’individuo